a cura di Aldo Giannetti

Tabernacolo, dal latino tabernaculum, deriv. di taberna, dal significato di dimora, capanna, edicola o cappelletta nelle quali si dipingono o si conservano immagini sacre, a scopo di devozione o protezione, posta al lato di una strada o nei muri esterni delle case e nelle chiese. Alzando lo sguardo, in ogni vicolo, piazzetta o agli incroci delle vie, è possibile vedere un' immagine della Madonna insieme al figlio.
E' la testimonianza della devozione del popolo senese; nell'epoca passata fu dichiarata patrona della città, a Lei fu consacrata, richiedendole la protezione. Siena, città della Vergine, iscrizione incisa fin dal 1200 sulle monete "Sena Vetus Civitas Virginis". Nel nostro territorio si contano sei tabernacoli, quello a cui fa riferimento la nostra contrada, per le proprie feste, è ubicato al centro sull'antica casa del pellegrino, costruzione del tardo 400, al Forcone di via dei Servi tra i n.17 e 19. L'8 settembre è la giornata dedicata dalla Chiesa alla Natività della B.V. Maria, a Siena a metà degli anni 50 fu inventata la festa dei tabernacoli, affinchè i bambini delle contrade onorassero la Madonna esposta nelle "edicole" dei vari rioni.

L'addobbo con festoni, ghirlande e svariati altri ornamenti con il trascorrere degli anni è servito da stimolo per effettuare anche opere di recupero in muratura, stuccatura e nella parte pittorica delle immagini che si trovavano in uno stato di degrado o di abbandono. Molti di essi sono stati quindi restaurati in questi ultimi decenni, dipinti, affreschi, sculture e bassorilievi ed oggi rappresentano per la città un vero patrimonio artistico.

Nel nostro tabernacolo notiamo un bassorilievo in stucco, Madonna con Bambino, dei primi anni del sec. XX che ha sostituito un affresco di Francesco Franci del 1685 ora perduto. L'immagine attuale è un calco ricavato da un bassorilievo marmoreo giallo Siena, conservato presso la collezione Chigi Saracini.
Come possiamo constatare da vari documenti, Leopoldo Sostegno Guglielmi, parroco della parrocchia di San Clemente in Santa Maria dei Servi, prese accordi con la R. Soprintendenza all'Arte medievale e moderna, e il 1 maggio 1926 fece rispettosa domanda al Sindaco di Siena, per ottenere un permesso relativo all'occupazione di suolo pubblico di metri 2 x 3 per la durata di giorni 30, per riportare a decoro il tabernacoletto situato al bivio di via dei Servi, sotto la direzione del prof. Arturo Viligiardi, abitante in palazzo Bianchi.

Il giorno 3 fu dato il nulla osta alla concessione per mq 6 con il pagamento della relativa tassa di 22,50 di occupazione, successivamente rimborsata al sig. Emilio Santucci il giorno 15 dall' ufficio economato comunale.
Trascorsi alcuni decenni, alla fine della guerra, fu rifatta una piccola opera di manutenzione ed il fondo fu affrescato con un semplice motivo damascato dal pittore Bruno Marzi. Nell'anno 2002 la Soprintendenza approvò un nuovo progetto d'intervento richiesto dalla Contrada con l'intento di riportarlo all'antico splendore. La restauratrice, nostra contradaiola Monica Ciabatti, iniziò a fare dei saggi di pulitura, e con stupore, nel grigio dell'architrave e delle due paraste, i pilastri incassati nella parete, apparve il color verde acqua, con delle cornici marroni. Il bassorilievo della Madonna con il Bambino, non era di gesso, ma di cemento, e negli angoli venne trovato del pigmento giallo. Grattando il fondo, venne alla luce ancora integro il vero colore celeste carta zucchero.
Dipinto il fondo, con la tecnica a spolvero fu riportato il motivo floreale in oro zecchino. Il vaso dei fiori è stato sostituito da un cuscino floreale; la piccola lanterna da due faretti museali ed i due candelabri porta ceri a sette braccia in ferro battuto, tolti e ricollocati in particolari ricorrenze. L'immagine sacra di cm 60x80, alta da terra 2,70 fu benedetta con il nuovo restauro in occasione della Festa della Natività dell'8 Settembre 2002.

Ogni contrada sotto la direzione dei propri addetti ai piccoli iniziò a decorare ed abbellire il proprio tabernacolo più significativo. Ghirlande, palloncini, pupazzi, bandiere, ed anche scene di vita medioevale e moderne, impersonati dagli stessi bambini, grandi e piccoli, tutti animati da una forte carica socializzante. Oggi questa festa, da noi chiamata festa della Madonna, è divenuta una tradizione radicata ed amata da tutti i bambini, che le attribuiscono grande importanza, e fanno a gara per ottenere il primo premio della giuria.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
19
20
21
22
23
24
26
27
28
29
30
31
Data : 31 Marzo 2017
  • Pochi Ma Boni news

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se accedi a qualunque elemento di questo sito acconsenti implicitamente all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sull’uso dei cookie

 

Nel rispetto della legge sulla Privacy, Art. 13 d.lgs. 196/2003 - Codice privacy, si informano i visitatori del nostro sito www.valdimontone.it sulle tipologie di cookie che vengono utilizzate, come deciso da provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" dell'8 maggio 2014 del Garante della Privacy.

 

 

Tipologie di cookie

 

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale, solitamente al browser. I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

 

I cookie possono essere distinti in funzione del loro utilizzo:

 

Cookie tecnici – Sono cookie essenziali al corretto funzionamento del sito.Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, la gestione del profilo dell’utente, oppure di autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (permettendo, ad esempio, la gestione della lingua scelta per la navigazione) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

 

Cookie di profilazione – Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze manifestate dall’utente nell'ambito della navigazione in rete per migliorare la sua esperienza di navigazione e per inviare messaggi pubblicitari.

 

In base al soggetto che installa i cookie:

 

Cookie proprietari – Sono cookie trasmessi direttamente dal gestore del sito.

 

Cookie di terze parti – Sono cookie trasmessi da siti esterni tramite il sito. Un esempio di cookie gestiti da terze parti è rappresentato dalla presenza dei social plugin (per Facebook, Twitter, Google+), ossia di parti della pagina generate direttamente da siti esterni ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

 

La distinzione tra i due soggetti proprietari deve essere tenuta in debito conto al fine di individuare correttamente i rispettivi ruoli e le rispettive responsabilità con riferimento al rilascio dell'informativa e all'acquisizione del consenso degli utenti online. Il sito che ospita cookie di terze parti è da considerarsi un intermediario tecnico che deve informare gli utenti sulla presenza di tali cookie e dare opportune indicazioni su come gestirli.

 

In base alla durata:


Cookie di sessione – Sono cookie che al termine della sessione di navigazione, ossia alla chiusura del browser, scadono e normalmente sono eliminati. Generalmente sono cookie tecnici.

 

Cookie permanenti – Sono cookie persistiti sul terminale dell’utente successivamente alla chiusura della sessione del browser. Generalmente sono cookie di profilazione.

 

 

Cookie utilizzati dal sito

 

Cookie tecnici di navigazione di proprietà del sito.


Cookie di Google Analytics per un’analisi del traffico web: si tratta di cookie di terze parti (di Google) che vengono raccolti e gestiti in modo anonimo a fini statistici per monitorare e migliorare le prestazioni del sito. Per ulteriori informazioni si veda Google Privacy e Termini, mentre per disabilitare Google Analytics Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

 

Cookie relativi ai Google Fonts per l’utilizzo di librerie tipografiche messe a disposizione da Google. Per ulteriori informazioni si veda Google Privacy e Termini.

 

Cookie di Facebook, di Twitter, di Youtube, di Google+. Il sito utilizza social plugin o embedded content di tali siti che possono inviare cookie. Si tratta pertanto di cookie di terze parti: il nostro sito non può controllare direttamente questi cookie, invitiamo perciò a prendere visione della specifica informativa, rispettivamente, su https://www.facebook.com/help/cookies/https://twitter.com/privacy?lang=itGoogle Privacy e Termini.

 

 

Come modificare le preferenze del browser

 

L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. La maggior parte dei browser permette di impostare delle regole per gestire i cookie inviati solo da alcuni o da tutti i siti, opzione che offre agli utenti un controllo più preciso della privacy e di negare la possibilità di ricezione dei cookie stessi. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie sui principali browser:

Chrome

Firefox

Internet Explorer

Opera

Safari